Consigli dietetici per chi ha la forma “a pera”

Scritto da Barbara il 15/04/2013 – 17:39 -

In un mio post precedente Perché agli estrogeni piace la forma “a pera”, avevo accennato ai fenomeni ormonali che predispongono molte donne ad accumulare il grasso su fianchi e cosce. Mancavano i consigli dietetici: eccoli qui.

Mettere in accordo orari e ormoni

La dieta dimagrante più efficace per il tipo “pera” deve essere in grado di riequilibrare l’azione di insulina, estrogeni e cortisolo. E in effetti esiste una disciplina, chiamata Cronobiologia, che studia i ritmi biologici, ovvero le fluttuazioni di funzioni e parametri biologici che costantemente avvengono nel corpo. Come, appunto, le secrezioni ormonali ma anche la sensazione di fame. La maggior parte delle persone, durante la giornata ha tre picchi fisiologici di fame: al mattino presto, intorno alle 12 (il più alto) e in prima serata. Secondo gli studiosi, se oltre a consumare i pasti durante i picchi naturali (senza rimandare troppo pranzo o cena) si riesce a mettere in accordo gli orari con le variazioni ormonali, diventa più facile perdere o controllare il peso. Questa strategia alimentare, in altre parole, cerca di sintonizzare l’alimentazione a seconda delle variazioni ormonali giornaliere, partendo dall’assunto che esistono ormoni che favoriscono l’accumulo di grasso o la perdita di muscolatura e altri, al contrario, che favoriscono lo smaltimento del grasso e la sintesi di massa muscolare (ormone della crescita o GH, testosterone). I suoi consigli più conosciuti prevedono il consumo di alimenti proteici alla sera, per potenziare l’effetto positivo sui muscoli e di “bruciagrassi” dell’ormone della crescita, secreto di notte (il suo picco è a mezzanotte). Al contrario, l’assunzione di carboidrati viene suggerita al mattino (quando l’azione liposintetica dell’insulina è, in un certo senso, tamponata dagli alti livelli di cortisolo) e, in generale solo nella prima parte della giornata. Al risveglio, infatti, si verifica una prevalenza degli ormoni deputati al consumo energetico: testosterone, cortisolo, ormoni tiroidei. Ciò che si mangia in quelle ore, viene tutto bruciato. Ovvero si dà all’organismo intero una sferzata metabolica preziosissima per innescare quel risveglio metabolico tanto importante per insegnare al corpo a rimuovere i grassi in eccesso.

Che giornata per il tipo “pera”?

Colazione

Abbinate una porzione di cereali preferibilmente integrali (sotto forma di fiocchi, pane ecc), a un latticino magro come lo yogurt vaccino o di soia e alla frutta al naturale: senza timore di mescolarle. Ecco una colazione ricca di energia buona, vitamine e minerali.

Spuntino light a metà mattino e pomeriggio

Frutta o verdure crude alternate

Pranzo: tra le dodici e le due

La scelta migliore è un piatto unico basato sui cereali, come un’insalata di cereali integrali in chicchi, ad esempio quella colorata di grano saraceno che vedete nella foto, o di legumi condita con abbondanti ortaggi. Il tutto condito con 2-3 cucchiaini d’olio d’extravergine.

Cena: meglio alle otto 

Dopo un passato di verdure (senza patate e legumi), un classico secondo proteico magro (pollame, pesce, come la salutare e leggera insalata con il pesce della foto), latticini magri, tofu, seitan) e un contorno abbondante di ortaggi.

 

 


Tags: , ,
Postato in Dieta mediterranea, Diete dimagranti, Fa’ la dieta giusta, Obesità, Sos dietista | 2 Comments »


2 Responses to “Consigli dietetici per chi ha la forma “a pera””

  1. By irene on Aug 5, 2013 | Reply

    Purtroppo pur seguendo da mesi una dieta che si basa su quesdti principi ed abbinando un allenamento ad hoc le mie cosce ed i miei fianchi non accennano a diminuire in cm.

  2. By Barbara on Aug 8, 2013 | Reply

    Gentile Irene, mi scusi per il ritardo ma ho dei problemi tecnici di collegamento… Mi viene da dirle di non scoraggiarsi e di procedere: quando si mangia in modo equilibrato e si fa attività fisica il nostro corpo ce ne è grato e rimane in salute più a lungo. Tanto che anche i nostri geni diventano più forti! A meno che non commetta qualche errore o che i suoi obiettivi siano troppo ambiziosi, vedrà, col tempo i risultati arriveranno…

Aggiungi un commento