In chi è obeso il cervello invecchia prima

Scritto da Barbara il 06/08/2016 – 11:51 -

Con l’avanzare dell’età è normale che il nostro cervello si “restringa” gradualmente di volume. Tuttavia, fino a oggi non si sapeva che l’eccesso di peso corporeo potesse avere un ruolo nelle dimensioni di questo organo così importante. I ricercatori dell’Università di Cambridge, in un lavoro appena pubblicato su Neurology of aging, hanno messo a confronto le strutture cerebrali di 473 soggetti con un’età variabile dai 20 agli 87 anni, dividendoli a seconda del peso in due gruppi: i “magri” e i “sovrappeso”. Ebbene, i risultati hanno sorprendentemente mostrato che la cosiddetta materia bianca del cervello, in chi era obeso era decisamente ridotta rispetto ai magri della stessa età. In altre parole, un cinquantenne obeso ha un cervello di 10 anni più vecchio rispetto a un suo coetaneo di peso normale. Tuttavia, almeno nella mezza età, questo restringimento non influisce sulle prestazioni cognitive. Tuttavia, in passato già altri studi hanno messo in luce delle performance inferiori negli anziani che seguivano una dieta scorretta, ricca di grassi e zuccheri. Insomma, una corretta alimentazione è davvero importante a tutte le età!


Tags: ,
Postato in Diete per la terza età | Nessun commento »

Aggiungi un commento