La ricerca conferma: cervello più giovane se mangiamo mediterraneo!

Scritto da Barbara il 11/08/2016 – 17:11 -

Sono talmente tante le virtù che si attribuiscono alla dieta mediterranea che talvolta si fa fatica a distinguere ciò che è provato senza dubbi dalla ricerca scientifica dai luoghi comuni. Ad esempio, che il mangiare mediterraneo risulti anti-age per il cervello, in quanto in grado di migliorare le funzioni cognitive e di rallentarne il declino grazie alla sua ricchezza di alimenti vegetali (cereali, legumi, frutta e verdura, frutta secca, olio extravergine di oliva) e alla scarsità di grassi animali e zuccheri. Per accertare la verità un gruppo di ricercatori australiani ha valutato tutti i documenti disponibili tra il 2000-2015 indagando se e come la dieta mediterranea possa avere un impatto sui processi cognitivi nel corso del tempo. In totale, solo 18 dei 135 articoli scientifici esaminati hanno incontrato i loro rigidi criteri di inclusione e i  risultati del lavoro sono stati pubblicati su Frontiers in Nutrition.

Per nostra fortuna il mangiare mediterraneo ha confermato la sua azione positiva su diverse prestazioni cerebrali – dalla memoria al linguaggio o alla capacità di attenzione – rilevata non  solo nella popolazione anziana ma anche nell’età adulta. Da segnalare il dato interessante che ha mostrato gli effetti salutari del regime mediterraneo un po’ in tutto il mondo in chi ha adottato questo stile  e non solo nei Paesi della nostra area geografica. Come non concludere con questa bel contorno di verdure che è tutto  un omaggio ai sani sapori mediterranei?


Tags: ,
Postato in Dieta mediterranea, Diete per la terza età, Fa’ la dieta giusta, News, Sos dietista | Nessun commento »

Aggiungi un commento