News: quante porzioni di frutta e verdura per la massima protezione?

Scritto da Barbara il 26/02/2017 – 23:24 -

L’affermata regola delle 5 porzioni al giorno, tra frutta e verdura, è probabilmente destinata a essere superata, almeno da quanto è emerso da una nuova ricerca effettuata dell’Imperial College di Londra e pubblicata sull’International Journal of Epidemiology. L’equipe di studiosi ha analizzato 95 studi internazionali che hanno riguardato 2 milioni di persone e ha valutato circa 43mila casi di malattie cardiache, 47mila casi di ictus, 81mila casi di malattie cardiovascolari, 112 mila casi di cancro e 94mila casi di decessi per cause diverse. Il team ha scoperto che, sebbene le 5 porzioni riducano il rischio di ammalarsi, il maggior beneficio si è ottenuto grazie al consumo di 800 g (sempre tra frutta verdura) al giorno.  Il che tradotto in porzioni da 80 g, grosso  modo equivale a 10 porzioni. Sempre secondo i ricercatori, grazie a queste 10 porzioni si eviterebbero ben 7,8 milioni di morti premature in tutto il mondo ogni anno. (Da tenere presente che le famose 5 porzioni ammontavano a un totale di 400 g).

I risultati dello studio hanno comunque evidenziato che un apporto giornaliero di 200 g (equivalente a 2 porzioni e mezzo) è stato associato a una  riduzione del 16% del rischio di malattie cardiache, del 18% del rischio di ictus, del 13% di quello delle malattie cardiovascolari, del 4% del rischio di tumore e del 15% di quello della morte prematura. Ma che cosa succede se da 200 g si arriva a 800 g? La protezione aumenta in modo quasi lineare. Con 10 porzioni al giorno la riduzione del rischio di malattie cardiache arriva al 24%, al 33% per l’ictus, al 28% per le malattie cardiovascolari, al 13% per il cancro e al 31% per le morti premature. Va detto che il rischio è stata calcolato su chi non consuma frutta e verdura.

I ricercatori, hanno anche evidenziato quali vegetali siano risultati più protettivi nei confronti di malattie cardiache, ictus, malattie cardiovascolari e morte prematura (sebbene non escludano che anche altri vegetali lo siano). Ossia mele, pere, agrumi, insalate e verdure a foglia verde come spinaci, lattuga e cicoria;  le crocifere come broccoli, cavoli e cavolfiore. La protezione antitumorale è stata evidenziata nelle verdure a foglie verdi, nei legumi, negli ortaggi di colore giallo-arancio, come peperoni e carote e nelle crocifere. Impossibile concludere senza proporvi una ricca insalata mista di ortaggi e frutta (sia fresca che a guscio) che già da sola (ma abbondate un po’) può apportare 4-5 porzioni.


Tags: , ,
Postato in Dieta mediterranea, Diete e colesterolo, Diete e ipertensione, Diete e tumori, Fa’ la dieta giusta, News, Sos dietista | Nessun commento »

Aggiungi un commento