Novità dalla ricerca: se siete ipertesi, lo yogurt può proteggervi

Scritto da Barbara il 19/02/2018 – 20:00 -

La pressione alta colpisce circa un miliardo di persone in tutto il mondo e rappresenta una condizione che può facilitare la comparsa di svariati disturbi che coinvolgono l’apparato cardiovascolare. Perciò, ogni accorgimento in grado di ridurre il rischio di ammalarsi negli ipertesi diventa importante.

Secondo un nuovo studio appena pubblicato sull’American Journal of Hypertension, un maggiore consumo di yogurt è stato associato a una diminuzione del rischio di malattie cardiovascolari tra uomini e donne ipertesi.

Gli autori della ricerca hanno analizzato i dati di oltre 55mila donne ipertese di età compresa tra i 30 e 55 anni partecipanti allo studio Usa Nurses’ Health Study, e i dati di 18mila uomini ipertesi con un’età dai 40 ai 75 anni, partecipanti a un altro importante studio: lo Health Professionals Follow-Up Study.

I partecipanti hanno compilato questionari per riferire le loro abitudini alimentare abituali e, in un secondo tempo, gli eventuali problemi di salute – tutti confermati dalla cartelle cliniche – come infarti, ictus e rivascolarizzazioni del miocardio. Il periodo di osservazione è stato di 30 anni.

Lo yogurt sale e il rischio scende, specie per le signore

Arrivando ai risultati, l’assunzione più elevata di yogurt è stata associata a una riduzione del 30% del rischio di infarto tra le donne e del 19% tra gli uomini. Inoltre, un maggior apporto di yogurt nelle donne è risultato correlato a un rischio inferiore del 16% di sottoporsi a rivascolarizzazione del miocardio (ossia la ricostituzione artificiale o spontanea dell’irrorazione arteriosa). In entrambi i gruppi, chi ha consumato più di due porzioni alla settimana di yogurt ha avuto un rischio inferiore di circa il 20% di malattia coronarica maggiore o di ictus.

I nostri risultati forniscono nuove importanti prove che lo yogurt possa recare benefici alla salute del cuore, da solo o come parte integrante di una dieta ricca di fibre provenienti da frutta, verdura e cereali integrali”, concludono gli autori dello studio.


Tags: ,
Postato in Diete e ipertensione, Fa’ la dieta giusta, News, Sos dietista | Nessun commento »

Aggiungi un commento